Il progetto “Fotografia di comunità e arte pubblica per la rigenerazione dei paesaggi quotidiani di Ceglie del Campo e Carbonara (Bari)" - abbreviato in "Sentieri quotidiani" - è vincitore del bando Creative Living Lab, promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane - Ministero per i beni e le attività culturali.


Il progetto mira a coadiuvare i processi di rigenerazione urbana a Ceglie del Campo e Carbonara (Bari) innescando attività diffuse di cura dei bisogni collettivi e autorappresentazione delle comunità urbane. In una prospettiva di sussidiarietà orizzontale, la proposta punta a realizzare micro-interventi di qualificazione dei paesaggi quotidiani, attraverso la condivisione delle conoscenze e la generazione creativa di idee e pratiche, lungo un continuum in cui si intrecciano fotografia, arte pubblica e autocostruzione dello spazio urbano. Lo scenario di intervento si attesta sugli spazi interstiziali (marciapiedi, incolti, parcheggi, recinzioni e muri perimetrali, piccole aree verdi, spazi pubblici residuali) per sperimentare itinerari di esplorazione urbana e ingaggiare alcuni luoghi in cui si stratificano: 
- beni culturali per lo più misconosciuti (la Badia di S. Angelo, il Castello di Ceglie, numerosi ipogei, e le tracce dell’età peuceta – come le necropoli e la cinta muraria) e 
- strutture moderne in abbandono o sottoutilizzo – il complesso incompiuto “Aldo Moro”, le aree dell’ex Centro di trasmissione RAI e quelle di pertinenza dell’Acquedotto Pugliese. 
Un uso innovativo della fotografia darà l’avvio al coinvolgimento di cittadini e altri utenti, per facilitare la lettura delle relazioni materiali, sociali e simboliche del territorio urbano, con immagini di archivio e riprese originali, effettuate nel corso di esplorazioni periodiche alla scoperta dei paesaggi quotidiani. Durante la fase centrale, le suggestioni e i materiali emersi dall’applicazione di metodi strutturati di ricerca visuale stimoleranno un dialogo creativo fra partecipanti e mediatori, proiettandosi sui linguaggi dell’arte pubblica. L’obiettivo specifico è una sequenza di micro-interventi di arte pubblica e di autocostruzione degli spazi urbani – immaginati, progettati e realizzati dalle comunità locali con l’aiuto dei mediatori culturali: un sentiero urbano, che inviti all’attraversamento delle diversità del presente e delle transizioni del passato, per gettare un ponte verso gli scenari di rigenerazione alla scala municipale.

Sentieri quotidiani è realizzato da sette organizzazioni partner: 

1) Iteras, Centro di Ricerca per la sostenibilità e l’innovazione territoriale – Società Cooperativa e Impresa Sociale (capogruppo)

2) Associazione Culturale Lab, laboratorio di fotografia di architettura e paesaggio

3) Associazione Culturale Kailìa

4) Associazione di promozione sociale UNISCO Network per lo sviluppo locale

5) Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "Elena di Savoia/Piero Calamandrei"

6) Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Dipartimento di Scienze Agro Ambientali e Territoriali - DiSAAT

7) Comune di Bari.

Fotografia di comunità e arte pubblica per la rigenerazione dei paesaggi quotidiani di Ceglie del Campo e Carbonara - Bari